Morosini: “All’Inter considerato acerbo! Dovevo assistere…”

Articolo di
14 novembre 2017, 16:56
Morosini

Leonardo Morosini attraverso il proprio profilo Facebook parla in seguito alla disfatta dell’Italia con la Svezia e alla conseguente mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018: il giocatore, attualmente in forza all’Avellino, in passato ha fatto parte delle giovanili dell’Inter. Di seguito le sue dichiarazioni

FRECCIATA – Quando la Nazionale italiana non raggiunge l’obiettivo, qualunque esso sia, si scatena la solita polemica sulla presenza degli stranieri in Serie A e nei vivai dei club. Leonardo Morosini, che in passato ha fatto parte delle giovanili dell’Inter, sembra proprio lanciare una frecciatina in tal senso: «Io sono uno di quelli che poteva smettere di giocare a calcio. Nel settore giovanile tra Inter e Albinoleffe, considerato piccolino e acerbo, ho dovuto assistere molte domeniche alle partite dei miei compagni tornando a casa in macchina con le lacrime. A Brescia sono rinato e ringrazierò sempre questa società per aver creduto di me e devo dire che la mia fortuna è stata credere sempre in me stesso. Sono italiano e sono fiero di esserlo e spero che dopo questa eliminazione si possa puntare di più sui giovani bravi e sopratutto italiani. Spendere soldi per infrastrutture e cercare di fare crescere ciò che abbiamo in casa senza per forza cercare piccoli fenomeni altrove. È un mondo che ci fa sempre pensare a ciò che ci manca facendo dimenticare ciò che abbiamo già da coltivare ! Forza Italia sempre».

Leonardo Morosini - Facebook