Moratti: “Rivista anima vera Inter. Icardi non convocato? Errore Argentina”

Articolo di
21 maggio 2018, 18:46
Moratti

Intercettato sotto gli uffici della Saras, Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni il giorno dopo la vittoria della squadra nerazzurra in casa della Lazio, successo che ha garantito al club meneghino la qualificazione in Champions

LA VITTORIA IN LAZIO-INTER – Queste le parole di Massimo Moratti, ex presidente nerazzurro, riportate da “Calciomercato.com” su Lazio-Inter: «La vittoria è stata grandissima, il tipo di partita ha dato una grande soddisfazione alla fine. Emotivamente è stata una partita anche bella. Ci ha restituito la sofferenza di quest’anno e la non sicurezza di centrare la Champions».

I MERITI – «In questi casi a tutti. I giocatori ci hanno messo il cuore, si è rivista un’anima vera all’Inter, Spalletti al momento giusto ha preparato la partita giusta e ha portato avanti bene il suo primo anno, non è facile a Milano. La società lo ha sostenuto, dà un’idea di futuro e mette in condizione i giocatori di giocare serenamente”.

SUNING SUL MERCATO «Per un giorno ci lasci il tempo di pensare che siamo entrati in Champions in questa maniera piacevole e sorprendente. Al mercato penserà la società, penso cercheranno qualcuno che dia maggior peso a una rosa già buona».

PER ICARDI NIENTE MONDIALI – «Vuol dire che in Argentina hanno giocatori fortissimi, ma lui ha carattere ed è decisivo e forse è un errore dell’Argentina non convocarlo».

ITALIA CON MANCINI E BALOTELLI – «Fa piacere per entrambi, Mancini è andato in Nazionale con le stesse motivazioni con cui è venuto all’Inter, dove vinse molto. Spero faccia la stessa cosa con tanta voglia e tanto piacere in questa nuova avventura. Gli auguro di fare molto bene e lo auguro a tutti noi. Balotelli ha grandi doti e se Mancini lo inserirà in Nazionale farà benissimo».

SENTIMENTI DI IERI – «Il risultato è l’emozione più bella, adesso diventa un impegno e sarà affrontato seriamente e con grande carattere da parte della squadra».