Moratti: “La squadra c’è. De Boer? Serve pazienza. Mancini…”

Articolo di
4 settembre 2016, 13:21
Moratti

Massimo Moratti ha parlato a Sky Sport degli obiettivi stagionali dell’Inter e della scelta di sostituire Roberto Mancini con Frank de Boer che però, essendo arrivato a pochi giorni dall’inizio della stagione, avrà bisogno di tempo.

STRADA IN SALITA – «Certamente la squadra si è rinforzata, gli ultimi acquisti (Joao Mario e Gabigol ndr.) sono stati importanti e anche gli altri che hanno fatto durante l’estate. Per l’allenatore certo non è una cosa facile perché è arrivato pochi giorni prima che iniziasse il campionato e quindi in questo momento sinceramente non si può capire qual’è l’impatto dell’allenatore con la squadra. Bisogna avere un po’ di pazienza e prevedere anche che non sarà una strada facile all’inizio ma poi la squadra c’è e l’allenatore è certamente un campione: è stato un grande giocatore, ha vinto molto in Olanda e speriamo che anche qui prenda il passo giusto. Dispiaciuto per Mancini? Dispiace sempre per un allenatore, penso che più che essere mandato via si siano un po’ messi d’accordo immagino. Mancini sa quello che faceva. Obiettivi? Per quanto riguarda lo Scudetto per conto mio la Juve è molto forte, nel calcio non si sa mai ma è anche un modo di dire perché quando sei così superiore agli altri solitamente si vince. Per noi interessa entrare in Coppa dei Campioni, credo che l’obiettivo sia quello e far bene in quella che si chiamava Coppa UEFA e che adesso ha un nome nuovo».