Moratti: “Forse manca un difensore. De Boer? Troppe critiche”

Articolo di
4 settembre 2016, 14:48
Moratti

Massimo Moratti è convinto che il neo tecnico dell’Inter Frank de Boer abbia subito delle critiche esagerate in queste settimane. L’ex presidente dell’Inter si è soffermato però anche sul mercato sostenendo che il club avrebbe dovuto prendere almeno un altro difensore.

CRITICHE ECCESSIVE – Queste le sue parole riportate da “La Gazzetta dello Sport”: «Beh sì, è normale pensarlo dopo aver cambiato allenatore ad agosto. Frank de Boer è un ottimo tecnico, ma è arrivato nel calcio italiano da troppo poco. Bisogna avere pazienza e non addossargli tutte le colpe di questo avvio di stagione. Critica italiana troppo dura? Non solo l’Italia, anche all’estero ho letto di critiche francamente esagerate. Ma lui è arrivato a venti giorni dalla fine del mercato e con la preparazione già avviata. Per onestà intellettuale bisogna concedergli almeno un mese ancora per poi esprimere dei giudizi sul suo operato. Lui deve lavorare per non crearsi delle critiche supplementari. Per questo deve farsi consigliare bene da chi gli sta intorno, dal suo staff, e deve capire il calcio italiano studiando gli avversari».

I NUOVI ACQUISTI – «Joao Mario e Gabigol? Il primo è un gran bell’acquisto, il secondo è un giovane interessantissimo, un investimento per il futuro. Forse manca un difensore, ma non era facile trovarne uno all’altezza. E poi sono felicissimo che sia rimasto Icardi. Mancini? Non si capisce bene alla fine chi abbia rotto per prima: se lui con la proprietà o viceversa. Comunque erano tre mesi che le cose stavano in un determinato modo…».

Facebooktwittergoogle_plusmail