Monchi loda Spalletti: “Una fortuna incontrarlo! Serie A? Inter…”

Articolo di
21 novembre 2017, 16:20
Monchi

La Roma domani sera affronterà l’Atletico Madrid in Champions League e per l’occasione AS ha intervistato Monchi: il Direttore Sportivo giallorosso parla della lunga operazione per giungere a Patrik Schick, inseguito anche dall’Inter e dice la sua sulle avversarie della squadra di Eusebio Di Francesco in Serie A. Di seguito le sue dichiarazioni

LATO POSITIVO Monchi, Direttore Sportivo della Roma, è giunto in giallorosso nel bel mezzo della diatriba Totti-Spalletti. Il diretto interessato però ne ha colto solo i lati positivi: «Io arrivato alla Roma nel bel mezzo del caso Francesco Totti-Luciano Spalletti? Se la Roma vuole crescere deve guardare avanti, mai indietro. Ho avuto la fortuna di incontrare Spalletti, un grande allenatore e la fortuna di vedere giocare Totti e di vivere il suo addio. Ho l’immensa fortuna, ora, di lavorare ogni giorno con lui: questo è ciò che mi rimane di tutto questo. Qual è stata l’operazione più complicata? L’ingaggio di Patrik Schick è stato difficile per la competizione che abbiamo avuto: Juve, Inter, Napoli, club in tutta Europa. Il marchio Roma mi ha aiutato a convincere il giocatore ceco a venire».

COMPETIZIONE – Si passa poi a parlare dell’attuale Serie A e delle dirette concorrenti della squadra giallorossa: «Serie A? L’uguaglianza è la nota predominante. Va bene per il campionato, lo spettacolo e i tifosi che ci siano cinque squadre – Napoli, Inter, Juve, Roma e Lazio -, con una differenza di punti molto piccola. Chi mi ha impressionato di più? A priori la favorita deve essere la Juve, ma bisogna anche rispettare il livello dei risultati di Napoli e Inter».