Moggi: “Tavecchio? Fa simpatia tifare i deboli. Ieri l’Inter…”

Articolo di
19 settembre 2016, 22:43
moggi

L’Inter di Frank de Boer con una grande prestazione ha sconfitto la juventus di Massimiliano Allegri. Decisivi Mauro Icardi e Ivzn Perisic. Di questo match e non solo ha parlato Luciano Moggi. Queste le sue parole a “TMW Radio”

PARTITA – «La sconfitta dei bianconeri in casa dell’Inter? I nerazzurri veniva da una debacle in Europa League e la Juve da un pareggio col Siviglia. Due momenti dunque diversi con l’Inter che ha puntato sull’orgoglio, mentre la Juve ha giocato al risparmio. Il fatto che sia stato preferito Mandzukic a Higuain la dice lunga sul fatto che Allegri sia andato a Milano per non perdere. Detto questo i bianconeri rimangono la squadra più forta e l’Inter, con il carattere visto ieri, può arrivare anche dietro ai bianconeri. La riprova però si avrà contro l’Empoli perché la gara contro la Juve si prepara da sola. Con l’Empoli è un’altra cosa».

SIMPATIE – «Tavecchio e le simpatie interiste? Non lo ha mai nascosto. D’altronde essere simpatizzante dei più deboli fa simpatia. Una cosa che non succede se lo si è dei più forti. Oriali team manager della Nazionale sta li a dimostrarlo».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Crescenzo Greco

Crescenzo Greco

Crescenzo Greco, nasce a Foggia il 20 aprile del 1995. Grazie a sua zia è interista fin da bambino. Josè Mourinho l’idolo incontrastato, Adriano quello d’infanzia. Dopo aver raggiunto la maturità scientifica si è trasferito a Milano per inseguire il sogno di diventare giornalista sportivo e studiare “Comunicazione e Società” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.