Moggi: “So che Suning rivuole Moratti all’Inter! Allegri…”

Articolo di
23 settembre 2016, 07:07
Moratti Moggi

Luciano Moggi – ex Direttore Generale della Juventus -, ospite negli studi di “Calcio € Mercato” su Sportitalia, dopo aver criticato Allegri per le scelte sbagliate in Inter-Juventus, lancia una vera e propria bomba di mercato a livello societario: Suning rivuole Moratti presidente dell’Inter

MORATTI PRESIDENTE “CINESE” – L’ospitata di Luciano Moggi si conclude con una notizia che interessa la società nerazzurra, data in esclusiva come soffiata dagli ambienti calcistici in cui per anni si è trovato ad agire: «Ho una bomba in esclusiva: il gruppo Suning sta cercando di riportare Massimo Moratti a fare il presidente dell’Inter! Allibiti? E’ la verità: Suning vuole far tornare Moratti presidente all’Inter!».

ALLEGRI ERRANTE – «Non ho condiviso per nulla la scelta di Massimiliano Allegri su Gonzalo Higuain. Hai in attacco uno spaventapasseri (riferimento a Mario Mandzukic, ndr) che tiene bloccata tutta la difesa dell’Inter per paura che vada in gol e metti Higuain in panchina in una partita cosi importante? Il problema del passato interista-juventino è un problema particolare: i tre punti… ma anche un punto sarebbe stato molto buono, avrebbe fermato le velleità dell’Inter, che poi a Empoli si è confermata. Mandzukic è un finto attaccante: è un centrocampista, un difensore, è così generoso che va ad aiutare tutti. Far giocare Mandzukic per difendersi equivale a dire all’Inter che c’era qualcosa che non funzionava e così rischi di subire gli attacchi: tutta l’Inter, infatti, era davanti perché la Juventus era in difficoltà. Tra Inter e Napoli per il secondo posto potrebbe esserci una lotta abbastanza valida».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.