Milito: “Realizzato un sogno. Grazie all’Inter, vissute cose belle”

Articolo di
12 novembre 2016, 23:57
Milito addio calcio

Diego Alberto Milito quest’oggi ha disputato la sua partita d’addio, alla quale hanno partecipato anche diversi suoi ex compagni dell’Inter. Ad Avellaneda il Príncipe ha chiuso con un discorso nel quale ha ringraziato tutte le figure con cui ha condiviso la carriera, fra cui società e tifosi dell’Inter. Queste le sue parole raccolte da Olé.

SALUTO«Mi ritiro avendo realizzato il mio sogno, ossia chiudere con la maglia del Racing Club. Non ho parole, non avrei mai immaginato un giorno del genere. È valsa la pena tornare in Argentina per fare questo. Voglio ringraziare il mio amato Racing Club, i suoi dirigenti e tutte le persone che mi hanno formato come persona e come giocatore, ho un debito a vita con loro. Ringrazio i miei genitori che sono stati i primi che mi hanno appoggiato in questa passione, per lo sforzo che hanno fatto. Ringrazio mia moglie e i miei figli per avermi appoggiato e per essere il motore della mia vita. In generale ringrazio tutta la mia famiglia, i miei amici della vita e del calcio, per aver passato questo giorno assieme a me, è un orgoglio averli avuti amici, in particolare un grande amico come Sebastián Saja. Grazie agli allenatori che ho avuto nel corso della mia carriera. Grazie ai club europei: il Genoa, che mi ha aperto le porte dell’Europa, il Saragozza, che mi ha permesso di conoscere la Liga e dov’è nato mio figlio, l’Inter, la squadra dove ho giocato di più in Europa e dove ho vissuto cose molto belle, anche grazie ai tifosi. Grazie alla nazionale, perché ho avuto la fortuna di mettermi quella maglia, il sogno di qualsiasi giocatore, sono fortunato di aver vestito questi colori».