Milito: “Milan favorito, ma forza Inter! Spero in Icardi”

Articolo di
20 novembre 2016, 08:04
Milito

Intervistato dalla “Gazzetta dello Sport”, l’indimenticato ex nerazzurro Diego Milito ha parlato del derby e dell’Inter, esprimendo tutta la sua speranza in una vittoria della squadra allenata da Stefano Pioli

MILAN FAVORITO – «La rosa dell’Inter è superiore, ma per ora i rossoneri hanno dimostrato di essere più squadra. Bravo Montella, lo stimo molto. La classifica sembra dire che il Milan è favorito, ma spesso soprattutto il derby sovverte i pronostici. Nella stagione in cui Leonardo subentrò a Benitez, sempre dopo una sosta per le nazionali, noi eravamo lanciati e invece vinsero loro 3-­0».

DE BOER – «Mi ero fatto un’ottima idea di de Boer. Mandarlo via credo sia stato un errore. Gran persona e tecnico con idee vincenti, che avrebbe potuto dare una nuova mentalità a squadra e club. Bisognava solo lasciargli tempo. Ma senza risultati, paga sempre l’allenatore. Anche Pioli è molto bravo, magari un po’ più “classico” dell’olandese. Ma le sue squadre sono sempre organizzate e unite».

NIENTE ALIBI – «È incredibile che in casa Inter siano arrivati quei risultati. Difficile giudicare da fuori, ma la rosa rimane da Champions. Se però non fai punti è difficile cementare lo spogliatoio. Adesso però è arrivato il momento in cui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità».

ESORDIO NEL DERBY – «Per Pioli esordire nel derby è un bene. Serve una scossa e Milan-­Inter è l’ideale. Batterli significherebbe la svolta, darebbe fiducia a tutti. Al terzo posto ci spero tanto, ma parlarne ora sarebbe sbagliato. Tra noi e la zona Champions ora ci sono tanti punti e tante squadre. Tutto passa però da fiducia e motivazioni. Se indossi la maglia dell’Inter devi sempre puntare al massimo».

SAMUEL E BIGLIA – «Sono felice che Samuel sia tornato all’Inter. E’ una gran persona, ci metterà carisma ed esperienza. Parla poco? Parla il giusto e sa farsi sentire. Biglia? Sarebbe perfetto per far girare la squadra. Ha grinta, tecnica ed esperienza. Anche di Serie A».

DERBY DI ICARDI – «Spero che sia il derby di Icardi, ma mi basta vincere. E mi sembra di capire che nelle prossime convocazioni, nell’Argentina potrebbe esserci posto anche per Mauro».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Ivan Vanoni

Ivan Vanoni

Nato a Varese nel 1992, studente di lingue e laureato in Scienze della Mediazione Linguistica. Innamorato dell'Inter fin da bambino, Dejan Stankovic l'idolo assoluto.