Medel o un regista? Mancini si interroga sul futuro in mediana

Articolo di
17 maggio 2015, 21:19

In molti in questa stagione hanno puntato il dito contro Gary Medel, certamente non eccelso nell’impostazione della manovra, ma utilissimo nel recuperare palloni e garantire copertura in fase difensiva. In vista del prossimo anno, però, Mancini dovrà operare le sue scelte, soprattutto dal punto di vista tattico.

MEDEL E IL FUTURO – La stagione di Gary Medel in maglia nerazzurra può considerarsi decisamente positiva. Il cileno sta vivendo un netto calo fisico che sta incidendo sulle sue ultime prestazioni, Juventus in primis e Mancini deve comunque riflettere sulle caratteristiche richieste per il mediano del futuro. Il tecnico di Jesi deve decidere se puntare su un regista vero e proprio per impostare la manovra o se insistere un recupera palloni tutta grinta come Medel.

SCELTE DI MERCATO – Mentre Mancini valuta i calciatori già in rosa, è ormai noto come il primo nome sulla lista dei nerazzurri sia Yaya Tourè, centrocampista dei sogni nerazzurri. Portare a Milano il forte ivoriano vorrebbe dire probabilmente garantire meno spazio a Medel, anche se i due potrebbero coesistere. E proprio a centrocampo sono molti gli obiettivi della dirigenza: da una parte Allan che ha fatto letteralmente impazzire proprio Medel nella sfida tra Udinese e Inter, dall’altra Sergi Darder, per cui l’Inter sembra aver già formulato un’offerta ufficiale. In attesa del mercato, Mancini si interroga: quale futuro per Medel?

Facebooktwittergoogle_plusmail