Medel crede nella riscossa: “Non sono soddisfatto, ma…”

Articolo di
28 dicembre 2014, 18:02

Gary Medel si gode questa mini vacanza della sosta inverale, ma il pitbull cileno del centrocampo interista non vede l’ora di tornare in campo e ha affidato al Corriere dello Sport i suoi desideri di rivalsa per il nuovo anno: “Non sono soddisfatto perché siamo undicesimi in classifica. Potevo dare di più io e poteva dare di più la squadra. Il terzo posto? Abbiamo sei punti di ritardo dalle terze e tante squadre da superare, ma possiamo anche contare su grandi giocatori e io credo in questa squadra. Dobbiamo lavorare bene e tutti uniti. Dipende da noi”.

Da Mazzarri a Mancini- Medel ha parlato ovviamente anche del ribaltone tecnico sulla panchina nerazzurra col passaggio da Walter Mazzarri a Roberto Mancini. Il centrocampista cileno ha ammesso che con Mazzarri ci fosse un buon rapporto: “Personalmente su Mazzarri posso spendere solo delle belle parole perché con lui mi sono sempre trovato bene. Lui lavora molto bene, ma purtroppo i risultati non sono arrivati e in queste situazioni paga sempre l’allenatore. Roberto Mancini? Sono impressionato dalla sua mentalità vincente e dal suo modo di lavorare, lui vuole pressione alta e calcio offensivo, è un grande allenatore”.

Facebooktwittergoogle_plusmail