Mazzola: “Se l’Inter vorrà mettere in difficoltà la Juve dovrà…”

Articolo di
15 maggio 2015, 14:59
Mazzola

La redazione de “IlSussidiario.net” ha intervistato in esclusiva il leggendario Sandro Mazzola per chiedergli un pronostico per quanto riguarda l’importantissima partita che si giocherà domani allo stadio Giuseppe Meazza contro i rivali storici della Juventus e raccontare qualche aneddoto sui derby d’Italia giocati ai tempi dei suoi anni in nerazzurro.

IL DERBY D’ITALIA – “Sempre una sfida sentita, è il derby d’Italia, un incontro a cui la Juventus tiene tanto quanto l’Inter nonostante stagioni molto diverse. Credo che per poter contrastare questa Juventus l’Inter dovrà soltanto attaccarla, mettendola così in difficoltà. Mi auguro che con le invenzioni di Mancini possa venire fuori un pareggio”.

RANOCCHIA – “Io lo farei giocare, è un calciatore di valore, anche se ha bisogno di un difensore di valore al suo fianco”.

HERNANES E GUARIN OUT – “Saranno due assenze di rilievo ma sono convinto che Mancini inventerà qualche cosa, ci sono Shaqiri e Kovacic e magari farà giocare Brozovic”.

IL SUO PRIMO INTER-JUVE – “Debuttai proprio in un Juventus-Inter finita 9-1 per i bianconeri perché l’Inter mise in campo la squadra ragazzi per protesta. Segnai la rete nerazzurra in quell’incontro, fu emozionante, lo stadio era pieno, Boniperti per rassicurarmi mi prese sottobraccio e mi parlò di mio padre”.

PRIMA DEL DEBUTTO – “Fu incredibile quello che successe prima della partita: la mattina ero a scuola, avevo tre interrogazioni, matematica, diritto e inglese per non essere rimandato. Andarono bene. Alla terza interrogazione i compagni insorsero col professore, ricordandogli che il pomeriggio dovevo andare a giocare contro la Juventus. L’Inter mi mise a disposizione una macchina per andare a Torino, mi vennero a prendere fuori dalla scuola, mangiai qualche panino e poi giocai. Una cosa non pensabile nel calcio di oggi…”.