Mancini vuole il rinnovo, ma la società vuole attendere – GdS

Articolo di
23 luglio 2016, 08:21
Mancini

Secondo quanto riportato dalla “Gazzetta dello Sport”, nell’incontro con Thohir Mancini chiederà nuovamente il rinnovo del contratto. La società però vuole attendere e lasciare che l’allenatore dimostri sul campo di meritare l’opzione di prolungamento per un altro anno

INCONTRO DECISIVO – “La firma dell’amico Gregucci e lo slogan su Mancini fuoriclasse ed è tornato il sereno. Questo hanno pensato in tanti in vista dell’incontro tra Erick Thohir, presidente senza portafoglio dell’Inter, e l’allenatore di Jesi. Un faccia a faccia che la società derubrica a vertice di mercato, ma dal quale invece Mancini fa dipendere il proprio futuro nerazzurro. Un faccia a faccia non più rimandabile, con probabile appendice martedì, quando a New York arriverà la proprietà cinese per gli Stati Generali. Per il bene di tutti, tifosi in primis, sarebbe l’occasione per tirare fuori tutto”.

FIDUCIA E RINNOVO – “Thohir con ogni probabilità ribadirà grande fiducia a Mancini. Non vuole privarsi di lui non tanto per non dover pagare l’eventuale buonuscita, quanto perché davvero ha «venduto» l’allenatore ai cinesi come il fuoriclasse dell’Inter. Senza dimenticare che il club ad oggi non ha una vera alternativa. A Mancini però verrà negato il rinnovo, con invito a guadagnarselo sul campo entro dicembre, quando scadrà l’opzione con cui l’Inter può imporre il terzo anno di contratto, a 4,7 milioni. Il club dunque sembrerebbe avere il coltello dalla parte del manico”.

SEPARATO IN CASA – “Se Mancini dovesse scegliere questa linea, rischia lo scontro e non gli resterebbe che dimettersi. Ma ­lo farebbe solo in presenza di un’offerta pesante, che al momento non si intravede. A meno di segnali forti e concreti dal presidente, è più probabile che l’allenatore dica a Thohir che una separazione con transazione converrebbe ad entrambi. In questo senso però pagherebbero i tifosi, perché se il tecnico restasse da separato in casa sarebbe una stagione infernale. Un compromesso potrebbe essere un maggior coinvolgimento nel mercato e parlare chiaro sugli obiettivi. Ma c’è ancora in tempo per tutto questo?”