Mancini va, de Boer arriva: Inter “scende” negli ingaggi annui

Articolo di
7 settembre 2016, 08:27
Mancini De Boer

I conti in tasca del giorno non riguardano solo i calciatori attuali, ma anche gli allenatori di oggi e di ieri: secondo i dati raccolti dalla “Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, il cambio in panchina fa risparmiare così tanto l’Inter da perdere due posizioni

DA MANCINI A DE BOER – Seconda nella classifica legata agli ingaggi complessivi della rosa, l’Inter deve accontentarsi della terza piazza per quanto riguarda quella degli allenatori della Serie A 2016/17: i 2.5 milioni di euro netti annui (con scadenza 30 giugno 2019) percepiti dal neo tecnico Frank de Boer valgono solo il gradino più basso del podio. Fino a qualche settimana fa, invece, il primo posto spettava a Roberto Mancini, forte dei suoi 5.3 milioni, resi nulli dall’addio anticipato con buonuscita da 2 milioni.

PRIMI E ULTIMI POSTI – Guida la classifica Massimiliano Allegri (5 milioni di euro netti all’anno) della Juventus, seguito da Luciano Spalletti (3 milioni) della Roma. Si piazza fuori dal podio Vincenzo Montella (2.2) del Milan, poi c’è la coppia formata da Paulo Sousa della Fiorentina e Sinisa Mihajlovic del Torino, solo dopo Maurizio Sarri (1.4) del Napoli. Il fanalino di coda è il debuttante Giovanni Martusciello dell’Empoli, che percepisce appena 200 mila euro così come il collega Davide Nicola del Crotone. Infine, Massimo Oddo del Pescara, prossimo avversario dell’Inter in campionato, si piazza appena sopra grazie ai 300 mila euro percepiti in Abruzzo.

Facebooktwittergoogle_plusmail