Mancini: “Spero che l’Inter faccia bel derby. Milan rischia di più″

Articolo di
11 ottobre 2017, 23:16
Roberto Mancini Zenit

Intervistato dal quotidiano “Il Corriere della Sera”, l’allenatore dello Zenit Roberto Mancini ha parlato del derby in programma domenica sera, ricordando anche la sua ultima stracittadina (Milan-Inter 3-0, gennaio 2016). L’ex tecnico nerazzurro ha anche commentato il momento della squadra di Luciano Spalletti.

DERBY CHIAVE«Non fatemi fare pronostici, ma spero che l’Inter faccia un bel match. I nerazzurri sono partiti bene, perché sono una squadra forte, che già si conosceva e ha cambiato meno del Milan. I rossoneri ora soffrono un po’, ci vuole tempo perché tutto giri nel modo giusto, però hanno lavorato bene sul mercato. Quando sono tornato, la mia era un’Inter da costruire. Partimmo bene è vero. Non so dove può arrivare, ho visto solo la partita di Roma. Il Milan ora sta pagando un dazio più alto dell’Inter, ma ha qualità. Spero centrino entrambe l’obiettivo Champions League. Il derby? È la partita più sentita, la pressione l’avverti eccome: però alla fine vale sempre tre punti. Certo se l’Inter vince stacca i rossoneri di dieci punti: inizia a diventare un bel divario. Per questo credo che il Milan rischi qualcosa in più».

DESTINI INCROCIATI «Il mio ultimo derby? Ecco appunto, dicevamo degli episodi. Il calcio è così e il derby soprattutto, più di altre partite. Puoi giocare meglio dell’avversario e perdere. In campo ci sono tanti campioni e ti possono risolvere la partita con un colpo. Uomini chiave? Mauro Icardi e Ivan Perišić nell’Inter sono sempre determinanti, Marcelo Brozović poteva aiutare con la sua imprevedibilità ma non ci sarà. Il Milan ha tanti giocatori importanti, anche Nikola Kalinić se sta bene può fare malissimo. Scambio di panchina con Luciano Spalletti? Ma no, lui è andato via dallo Zenit ormai tre anni fa. Qui è cambiato molto, anche se gli italiani ci sono. Con Massimo Carrera, che allena lo Spartak Mosca, ogni tanto ci sentiamo e ci siamo incontrati».