Mancini Jr: “Papà mi rimprovera sempre, ma il suo pregio è…”

Articolo di
11 giugno 2015, 12:19
Andrea Mancini

Intervenuto a “Calciomercato – L’originale” su Sky Sport, durante l’ospitata del padre Roberto, Andrea Mancini ha parlato della sua carriera e soprattutto di quella del padre, tra campo e panchina. Ecco quanto riportato dal giornalista Gianluca Di Marzio

IL FUTURO DI ANDREA«Ritorno in Italia? In Ungheria mi sono trovato molto bene, ho offerte lì, ma potrei restare all’Haladas. Anche dall’Italia mi sono giunte delle proposte, ma vorrei rimanere all’estero per ora».

RAPPORTO PARTICOLARE«Mancini cognome pesante? Sicuramente non è una cosa che mi lascia indifferente, ancora oggi m’influenza un po’. Forse il fatto di essere all’estero mi aiuta a non pensarci troppo. Il rapporto con mio padre? Sin da quando ho cominciato a giocare non mi ha mai fatto i complimenti, è sempre pronto a rimproverarmi. Mi rimarca sempre i difetti, i gol sbagliati, cercando di spronarmi».

PAPA’ ROBERTO IERI E OGGI«Meglio da allenatore o giocatore? Da giocatore è stato sicuramente tra i primi numeri 10 italiani della storia, mentre per la sua carriera di allenatore parla già il suo palmares. Dovunque è andato ha vinto, sia in Italia che in altri campionati. Pregi e difetti? Forse qualche volta si intestardisce con qualche calciatore, ma la sua qualità migliore è quella di far giocare sempre bene le sue squadre».