Mancini e la nuova Inter veloce e rapida. Tutto in 20 secondi

Articolo di
13 luglio 2015, 08:29

La “Gazzetta dello Sport” analizza gli allenamenti sul campo di Roberto Mancini in questa prima settimana di ritiro a Riscone. Un tema domina su tutti: la velocità di esecuzione. Schemi e movimenti sono finalizzati a far muovere il più veloce possibile la squadra

MOVIMENTIMancini e Sylvinho non smettono mai di chiedere movimenti fulminanti sul terreno di gioo. Mancini vuole la sua Inter veloce, rapida, incisiva e insistente. Per questo “insegna” per almeno 4 ore al giorno: divide la squadra in settori, si mette in mezzo al campo e lancia palloni facendosi aiutare dai suoi collaboratori.

PROVE TECNICHE – Una delle prove più “in auge” in questo momento è quella dei 20 secondi: Mancini da una parte del campo tiene il cronometro e dall’altra ci sono i verdi formati dai tre centrocampisti e dai tre attaccanti che cercano di perforare la difesa a quattro. Hanno 20 secondi di tempo per tirare in porta e segnare. E’ un modo per velocizzare decisamente la manovra offensiva e, allo stesso tempo, per stimolare la difesa a rendere inoffensiva la fase di attacco. Se alla fine del ventesimo secondo non si è segnato, Mancini fischia e si ricomincia dall’inizio.