Mancini declassato: summit Inter con Thohir e Suning – CdS

Articolo di
17 luglio 2016, 07:22
Thohir Mancini Zhang

In casa Inter continua a tenere banco il mal di pancia di Mancini che, una volta arrivato negli USA, dovrà incontrare i vertici nerazzurri per chiarire i problemi riscontrati: come riportato dal “Corriere dello Sport” odierno, a giorni è previsto un summit con Thohir e Suning

MANCINI NON COINVOLTO – “Finora l’allenatore marchigiano non è stato coinvolto nella scelta dei calciatori o quanto meno quelli indicati da lui (Yaya Touré e Pablo Zabaleta) sono stati depennati dalla lista dei possibili acquisti. Qualcosa potrebbe cambiare magari dopo il summit in America, altrimenti sarebbe difficile continuare a gestire il malcontento del Mancio che ieri ha pranzato alla Pinetina e poi è salito regolarmente sul pullman dell’Inter diretto a Malpensa. La squadra è arrivata in perfetto orario, intorno alle 14.30 e i nerazzurri sono subito entrati nell’aeroporto per il controllo dei passaporti”.

SUMMIT PER CHIARIRE – “Forse per dare un briciolo di suspance in più, Roberto Mancini è sceso per ultimo dall’autobus sociale: elegante come al solito, ha sorriso e posato per alcune foto con indosso occhiali da sole, poi scortato dagli uomini del servizio d’ordine e dall’ufficio stampa ha aspettato la partenza del volo diretto nella Grande Mela all’interno della lounge di Emirates. Nella sua mente ha ben chiaro cosa dirà prima a Erick Thohir e poi ai cinesi: vuole sentirsi più coinvolto nelle scelte di mercato e non essere trattato come un dipendente. Intanto è stato accostato alla panchina di un’altra nazionale: dopo l’Inghilterra, la Russia“.