Made in Germany: all’Inter una garanzia ed ora con Podolski…

Articolo di
3 gennaio 2015, 07:44
Tedeschi Inter

Nicola Cecere sulla Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina propone un’interessante carrellata dei giocatori tedeschi approdati all’Inter dal dopoguerra ad oggi. Quasi tutti con successo tranne due casi. Di seguito una sintesi dell’analisi di Cecere:

SZYMANIAK– «Arriva all’Inter dal Catania nella stagione ’63-’64 e prende parte solamente a sei gare. Centrocampista non male, ebbe la sfortuna di capitare nell’Inter di Herrera trovando pochissimo spazio».

SAMMER – «Flop clamoroso quello di Sammer che arriva all’Inter sotto la guida di Osvaldo Bagnoli. Solamente una stagione probabilmente a causa di un inconveniente tattico. Bagnoli non riesce a far capire il suo calcio al ragazzo che se ne va al Borussia Dortmund dove, reimpostandosi come vecchio libero, vincerà il Pallone d’Oro e l’Europeo del 1996. Davvero un peccato».

MULLER – «Altro centrocampista bravo ma sfortunato. Hansi Muller arrivato nel 1983, ultimo anno di presidenza Fraizzoli. Mezzapunta elegante e tecnica, entra in collisione con Altobelli e Beccalossi e non riesce a rendere come potrebbe complice anche un ginocchio ballerino».

RUMMENIGGE – «Il primo tedesco capace di infiammare San Siro. Goal straordinari, dedizione e serietà per un campione molto amato nonostante continui fastidi muscolari».

MATTHAUS e BREHME – «Partito Kalle, Pellegrini azzecca il colpo vincente: Matthaus e Brehme arrivano insieme nel 1988 e il ricordo delle accelerazioni di Lothar e delle geometrie difensive di Andy è ancora presente nella memoria dei tifosi nerazzurri. A loro è legato lo scudetto dei record del Trap e la prima Coppa Uefa vinta contro la Roma all’Olimpico».

KLINSMANN – «Arriva nel 1989 e prende il posto di Ramon Diaz. Rendimento altalenante ma con un impegno costante e assoluto. Fu protagonista di giocate importanti ma non trovò molta fortuna all’Inter anche se è sempre ricordato con affetto».

Dunque il made in Germany è di casa all’Inter che con Lukas Podolski acquista l’ottavo giocatore tedesco. Auguri a Lukas per la sua avventura nerazzurra.