Lombardo: “Icardi via? L’Inter va su João Mário e un difensore”

Articolo di
4 agosto 2016, 08:25
Marco Lombardo

Ospite di “Speciale Calciomercato” su Sportitalia il giornalista Marco Lombardo ha provato a ipotizzare le mosse dell’Inter in caso di cessione di Mauro Icardi: secondo lui se l’argentino dovesse andare al Napoli i soldi sarebbero reinvestiti su un centrocampista e un difensore, piuttosto che su un rimpiazzo in attacco.

RICOSTRUZIONE«La verità è che tutto quello che abbiamo detto e scritto in questo periodo è stato molto condizionato dal malumore di Roberto Mancini, che è quello che probabilmente ha mostrato meno entusiasmo su quello che ha in mano, e che probabilmente è condizionato perché i titolari finora non li aveva acnora visti. Io invece credo di poter dire che Antonio Candreva sia un ottimo colpo, ma anche che la nuova proprietà dell’Inter abbia dimostrato quello che molti non credevano, perché i soldi li ha tirati fuori. Piero Ausilio è stato bravo perché col tesoretto delle prime cessioni ha preso Candreva praticamente alla stessa cifra, quindi è un’operazione che all’Inter non è costata, succederà ancora qualcosa perché la propreità ha intenzione di investire ancora e ha detto a Mancini di non voler cedere nessuno dei big. Io non credo che l’Inter voglia cedere Ivan Perišić e Mauro Icardi, che però secondo il mio parere personale è l’unico che rischia di essere ceduto di fronte a un’offerta irrinunciabile, i soldi sarebbero reinvestiti per un giocatore di centrocampo come João Mário e forse un difensore centrale».

ASSE GIÀ PRONTO«La vicenda Icardi è quella che condizionerà la seconda parte del mercato dell’Inter, anche perché avendo i conti a posto e avendo dimostrato all’UEFA di fare mercato con i conti a posto non è escluso che dia una deroga per fare mercato dopo metà agosto. Tutti sappiamo che la Juventus è quattro pianeti più avanti, però si tende a dimenticare i giocatori che l’Inter ha, se non cede nessuno ha Perišić, Marcelo Brozović, João Miranda e Samir Handanović, giocatori che magari l’anno scorso hanno fatto bene in un certo periodo e poi male ma che comunque hanno costruito un’ossatura di squadra nella quale sono stati aggiunti Candreva, Caner Erkin ed Éver Banega, probabilmente arriverà Gabigol forse con qualcun altro. Siccome siamo abituati a ragionare il calcio per il mercato e i tifosi sono ansiosi di avere un nome nuovo per la propria squadra io non dimenticherei quelli che ci sono già, l’Inter l’anno scorso ha comprato dei giocatori che non sono da buttare via, a volte le stagioni nascono anche per compromessi».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.