L’Inter non vuole farsi influenzare dal Milan – CdS

Articolo di
16 luglio 2017, 15:06
Sabatini Spalletti

Andrea Ramazzotti nel suo editoriale sul “Corriere dello Sport” tranquillizza i tifosi dell’Inter sulla strategia societaria. L’Inter ha una sua linea e la sta seguendo, senza farsi influenzare dal Milan.

NESSUNA IMITAZIONE – Ci vuole grande convinzione nelle proprie idee e nel proprio progetto per non farsi venire la tentazione di rispondere in fretta, con un colpo di mercato, ai fuochi d’artificio del Milan. Perché il derby che infiamma i tifosi a San Siro è altrettanto sentito sotto l’ombrellone, in un luglio caldissimo solo per il popolo rossonero. L’Inter non è ferma al palo, ma gli arrivi di Borja Valero, Skriniar e della stellina Colidio, se paragonati ai botti di Fassone e Mirabelli, sono poca cosa. Almeno sulla carta. Il campo magari darà risposte diverse sul valore delle due rose. Di certo in corso Vittorio Emanuele non si scompongono né si fanno impaurire dal paragone con i cugini.

STRATEGIE DIVERSE – Il messaggio del ds Ausilio è stato ribadito dal coordinatore tecnico di Suning Sports, Sabatini: l’Inter comprerà, ma non per il semplice gusto di “rispondere” ai rossoneri. Lo farà quando avrà individuato gli elementi ideali e quando il prezzo sarà ritenuto quello giusto. Il Milan, che non è ancora sotto la lente d’ingrandimento dell’Uefa, sta facendo grandi investimenti adesso perché sa che nel 2018-19 da Nyon arriveranno limitazioni. Ecco perché è andato “all in”: vuole assicurarsi la Champions e i suoi proventi per alleviare le future sofferenze. Il club nerazzurro invece, pur con le mani più libere rispetto al passato, ha ancora vincoli, ma prima di fine agosto si muoverà. Il derby cinese di mercato è agli inizi.