L’Hapoel a secco dal match d’andata: pericolo Buzaglo – Sky

Articolo di
24 novembre 2016, 14:52
Hapoel Be'er Sheva

Alessandro Sugoni di Sky Sport ha analizzato punti forti e punti deboli dell’Hapoel Be’er Sheva in vista della sfida di oggi che vedrà i campioni d’Israele affrontare l’Inter nel match valido per la quinta giornata della fase a gironi dell’Europa League.

PUNTO FORTE – «L’Hapoel in campionato arriva da una striscia di vittorie impressionante: sei consecutive con ventidue gol fatti, appena due subiti e primo posto in classifica con cinque punti di vantaggio sul Maccabi Haifa. A far da trascinatore in questo periodo è l’ex Chelsea Ben Sahar, sei gol nelle ultime quattro partite. L’Hapoel davanti è pericoloso perché oltre a lui anche il brasiliano Lucio Maranhao può far male, così come sono da temere le punizioni di Buzaglo e l’Inter lo sa bene».

PUNTO DEBOLE – «In Europa è successo esattamente il contrario del campionato, dopo la vittoria di San Siro l’Hapoel si è letteralmente piantato: un pari con il Southampton, e ci può anche stare, e due sconfitte inattese con lo Sparta Praga. Sopratutto si è fermato l’attacco, 291 minuti senza reti: l’ultima, quella di Buzaglo, proprio a San Siro. Così la classifica si è complicata molto e gli israeliani dovranno cercare per forza la vittoria».