L’Europa passa da Genova: finale thriller

Articolo di
30 aprile 2015, 12:32
Icardi

Genoa-Inter, penultima giornata: quella gara è cerchiata in rosso, perché potrebbe essere la tappa decisiva per sancire chi si aggiudicherà l’ultimo posto utile per andare in Europa. Ma il bello di questo finale di campionato è, che a 5 giornate dalla fine, ci sono ben 5 squadre racchiuse in appena tre punti: Sampdoria, Genoa, Fiorentina, Torino ed Inter.

MARASSI, GIUDICE SUPREMO – Manca poco, pochissimo, ma è un finale di campionato terribilmente bello ed avvincente come non se ne vedevano da anni. Sono tutte lì, in momenti diametralmente opposti: netto calo per Sampdoria e Fiorentina, che sembravano ormai sicure del loro posto. I blucerchiati hanno perso Eder, non vincono più e sabato ricevono una Juve prossima alla festa e al Real, ma sempre e comunque ardua da superare. E’ l’ultimo ostacolo difficile, ma come visto ieri o il Cagliari a Firenze, il calendario è relativo. Firenze che è impegnata in Europa, con tutto ciò che ne consegue a livello fisico e mentale come ieri ha ammesso Montella: le partite rimanenti sono tutte accessibili ma come detto, è ormai un discorso molto relativo. Il Torino è in forma, duro da battere e con partite non impossibili: ha giocatori in attacco super in forma e all’Olimpico sono una fortezza, possono replicare il sesto posto del 2014. La più in palla è certamente il Genoa, che ha perso Perotti ma trovato un grande Iago: il calendario pone di fronte i grifoni all’Inter nella penultima e alla prossima c’è la dura trasferta a Roma coi giallorossi. L’Inter ha certamente le partite più difficile con Juve e trasferta contro Lazio e rossoblù: ma a questo punto bisogna credersi. A tuti i costi.

Facebooktwittergoogle_plusmail