Leonardo: “L’Inter? Non penso di essere la persona giusta”

Articolo di
2 novembre 2016, 13:52
Leonardo

Leonardo ha parlato a Sky Sport dell’attuale situazione dell’Inter escludendosi dalla lista dei possibili successori di Frank de Boer e consigliando alla nuova proprietà di riorganizzare la società prima di sostituire Stefano Vecchi con un nuovo tecnico.

SITUAZIONE CONFUSA – «E’ una situazione non semplice, partita male. Secondo me è stata una stagione molto travagliata però penso anche che sia normale perché non possiamo dimenticarci che l’Inter è stata ceduta due volte negli ultimi tre anni. Questo passaggio da un riferimento così forte come Moratti e persone che devono conoscere dove stanno è difficile e non poteva essere diverso. Sinceramente penso che neanche i cinesi si siano preparati così come gli italiani non si sono preparati per ricevere i cinesi come proprietari di società con tradizione, storia e forza molto grandi. Oggi si vive un momento quasi incomprensibile, è difficile capire quello che succederà e che sta succedendo. Se posso dare un consiglio è quello di aver calma perché sono stati già cambiati due allenatori. Questa non è la situazione ideale ma prima di scegliere un allenatore secondo me devono rivedersi tutto e trovare un modo di organizzare meglio l’Inter scegliendo le giuste persone. Sennò si rischia di creare una situazione non ideale anche per il prossimo allenatore. Il mio nome accostato alla panchina dell’Inter? Mi fa molto piacere ma penso che sia uscito più per il passato che per il presente. Quello che abbiamo fatto insieme è stato veloce ma intenso. Non è Moratti che spinge. Sinceramente oggi non penso di essere il profilo ideale: io ho fatto l’allenatore e ho fatto il manager, io ho un’idea manageriale e non posso uscire da questo. L’Inter oggi si deve riorganizzare, forse io oggi sarei un profilo diverso da quello che stanno cercando e anche io, vedendo quello che sta succedendo, non mi vedo molto lì».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.