Leonardo: “L’Inter non è squadra e parla poco. Manca leader”

Articolo di
25 novembre 2016, 00:13
Leonardo

Secondo Leonardo l’Inter continua a difettare in personalità e questo si nota in campo perché si vede una squadra disunita. Per l’ex allenatore nerazzurro, intervenuto su Sky Sport per la serata di Europa League, i giocatori non sarebbero in grado di reggere la pressione nel corso della partita.

GRUPPO ASSENTE«Che non sia squadra ormai lo sappiamo, le difficoltà che ha avuto l’Inter fino ad adesso sono la mancanza di equilibrio e la non leadership, più mille cose che abbiamo visto. Penso che in generale in questa partita c’è stata presunzione, perché sembrava facile nel primo tempo, se approcci credendo che la partita sia finita è un classico, quando subisci il gol è un problema psicologico, è subentrata la paura perché era successo anche altre volte. Il primo tempo era perfetto, nel secondo tempo non è funzionato niente. È una questione anche di gioco: l’Inter, con due uomini sulla fascia come Antonio Candreva e Ivan Perišić che attaccano fondamentalmente quasi tutto il tempo, deve controllare nella metà campo avversaria, ma manca il centrocampista che lo dia. Gary Medel è diventato imprescindibile, penso che nella costruzione del gioco abbia giocatori che possono iniziare l’azione, ma nel centrocampo non ha un giropalla dove possa scegliere il momento con cui attaccare, e in questo squilibrio quando attacca è vulnerabile. Non c’è un uomo che dica di darla a lui e che controlli il tempo di gioco, l’Inter è una squadra che parla poco, è una questione di non avere equilibri dentro la squadra dove uno guarda l’altro e dice di calmarsi o attaccare».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.