La Russa: “De Boer? Un azzardo, non come Allegri alla Juve”

Articolo di
11 ottobre 2016, 15:49
La Russa

Ex ministro della difesa nel governo Berlusconi, Ignazio La Russa non ha mai nascosto il suo tifo per i colori nerazzurri. Ai microfoni di “Radio TMW” il famoso politico ha voluto trattare vari argomenti riguardanti la sua squadra del cuore, a partire dal tecnico Frank de Boer

MASS MEDIA – «L’unico giornale che dice la verità è La Gazzetta dello Sport quando riporta i risultati (ride, ndr)

DE BOER – «Sarebbe stato l’allenatore giusto per l’Inter se l’incarico fosse arrivato in tempo utile per preparare la squadra. Credo che sia stato un azzardo puntare su un tecnico olandese, a pochi giorni dall’inizio del campionato, che non ha mai avuto a che fare col calcio italiano. Ma adesso c’è, il suo rendimento dipende anche dai calciatori. L’allenatore olandese non è come Allegri quando arrivò alla Juve, il quale si adagiò sul lavoro di Conte per poi cambiarlo. Lui ha voluto imporre il suo lavoro fin da subito, è stato rischioso. Per funzionare bisogna che i calciatori diano e che siano al massimo. L’Inter non è sempre al massimo.»

SCUDETTO – «Faccio arrabbiare i miei amici juventini. Se dovessi scommettere sulla classifica finale direi Roma, Inter, Napoli e Juventus. Punterei sul crollo della Juve. Perderei la scommessa, ma – in caso di successo – sarebbe una goduria. Abbiamo vinto la gara contro i bianconeri, quindi abbiamo già salvato il campionato (ride, ndr).»

ICARDI – «Vado controcorrente, ho letto i giudizi negativi sulla moglie di Icardi. Lei è una procuratrice, non è che perché donna e moglie deve avere un giudizio diverso. Lei ha fatto quello che fanno i procuratori, anche in modo giustificato poiché moglie del ragazzo. Non ho capito il giudizio negativo sulla signora, forse un po’ maschilista. La donna ha fatto bene il suo lavoro. Tanti calciatori hanno il padre procuratore, Icardi ha la moglie. Giudizi frutto di un ambiente maschilista? Dico che sto dalla parte di Wanda Nara e Icardi.»

MARADONA – «Dal punto di vista calcistico, Maradona resta ineguagliabile. Rivedere una sua azione, mi riempie il cuore. Chissà se Icardi ci arriverà mai… dal punto di vista umano, questo attacco è fuori luogo. Può essere giustificato solo con una amicizia stretta tra Maradona e Maxi Lopez. Ma se questa non è la realtà, ha ragione Icardi. Maradona è un esempio in campo, fuori un po’ meno.»

BERARDI – «Aspettiamo il rendimento di Gabigol, lo dirò a fine stagione. Secondo me sarebbe il doppione di Gabigol, ma Berardi è un bravissimo calciatore. Ma credo che, avendo puntato su Gabigol, adesso bisogna aspettare il brasiliano. Adesso all’Inter servono un centrocampista e un difensore forte, in attacco va bene così.»

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Enrica Panzeri

Enrica Panzeri

Enrica Panzeri, nata a Lecco, è innamorata di Milano, non soltanto perché è la città dell’Inter. Ama disegnare e scrivere, le piacciono il calcio, la Formula 1, il cinema e la storia dello spettacolo. Ha un’insana passione per la televisione italiana degli anni ’70-’80.