La migliore partenza per Mauro Icardi, l’Inter sorride – CdS

Articolo di
23 settembre 2016, 12:06
Mauro Icardi Empoli-Inter

Da quando è in Italia, Mauro Icardi non era mai partito così forte. La sua caratteristica era quella di gasarsi nel girone di ritorno, ma con Frank de Boer l’attaccante dell’Inter ha ribaltato le abitudini. Ecco quanto evidenziato dal “Corriere dello Sport”.

CHE INIZIO«Inutile dire che questo è il miglior inizio di stagione della carriera di Icardi. Nel 2012-13 alla Sampdoria, alla prima esperienza in A, esordì alla quinta giornata (senza segnare) dopo 4 panchine di fila; nel 2013-14, appena acquistato dai nerazzurri, dopo i primi 450′ era a quota una rete e non aveva ancora disputato un match tra i titolari; nel 2014-15 era a 3 gol, tutti concentrati nella sfida con il Sassuolo, nel 2015-16 infine era a 1. Inevitabile a questo punto pensare a dove può arrivare Icardi.

CAPOCANNONIERESui social, mischiati a una bella dose di complimenti, i tifosi hanno iniziato a mostrare la loro fiducia: vogliono Maurito capocannoniere, ma c’è qualcuno che va oltre e pronostica che l’argentino supererà il record dei 36 centri in Serie A della “versione” napoletana di Higuain. Possibile? Di certo c’è che Gonzalo lo scorso anno dopo 5 giornate di campionato era a quota 4 reti: Icardi, dunque, è in vantaggio. A lui però probabilmente basterebbe superare il suo primato di 22 reti stabilito nel 2014-15 e magari vincere per la seconda volta (magari in solitario) la classifica dei cannonieri. Incasserebbe una cascata di soldi dei bonus previsti nel nuovo contratto. Se glielo chiedete però, da perfetto capitano, vi risponderà che lui pensa solo alla qualificazione alla Champions dell’Inter».

Facebooktwittergoogle_plusmail