Kovacic: “Voglio un trofeo. Io regista? Ho le qualità giuste”

Articolo di
20 luglio 2015, 18:32
Mancini Kovacic

Mateo Kovacic sembrava essere ad un passo dal lasciare l’Inter. Ora il centrocampista croato sembra sicuro di rimanere in nerazzurro ed, intervistato da “Inter Channel”, ha parlato della stagione che sta per iniziare

VOGLIA DI VINCERE – Mateo Kovacic ha le idee chiare: «Lo scorso anno mi sono sbloccato dal punto di vista realizzativo, ora manca un trofeo. La Juventus vince da qualche anno. Noi però siamo molto forti, abbiamo tanti giovani forti e tanti giocatori con esperienza. Secondo me possiamo arrivare in alto. Naturalmente per fare questo abbiamo bisogno di tempo, non basta un solo giorno. Noi stiamo lavorando bene e giorno dopo giorno miglioriamo».

PANCHINA – Nell’ultima stagione spesso Kovacic si è ritrovato ad entrare dalla panchina: «Giocare poco mi mette in difficoltà. Quando giochi una sì e una no è dura perché vuoi far vedere tante cose e sbagli. Se invece giochi sempre i passaggi e i dribbling  ti riescono meglio. Lo scorso anno è stato difficile per me che sono giovane perché non ho giocato con continuità».

NUOVO RUOLO – Nel corso delle prime amichevoli Kovacic è stato provato come regista. Ecco il suo parere su questa nuova collocazione tattica: «Già con mister Stramaccioni ho giocato lì tante volte. È un ruolo più difficile perché devi essere più sicuro, ma con le mie qualità posso giocare in quel ruolo. Devo migliorare nella fase difensiva, ma mi trovo bene con i nostri centrocampisti. Qualche volta posso spostarmi anche a sinistra, ma non è un problema la posizione in campo. Da regista bisogna sbagliare pochi passaggi e con il mister ogni giorno lavoro per migliore in quella posizione».

MIGLIORATO? – Kovacic si sente migliorato dal suo arrivo a Milano: «Sono migliorato tanto e non solo a livello calcistico. Sono cresciuto anche come ragazzo. Ho imparato tanto, in Croazia lavoravamo con la palla, ma non si faceva per niente tattica». 

ASPETTATIVE – «Ogni anno ci sono tante aspettative sull’Inter, quest’anno tutte le squadre sono forti. Sarà un campionato molto bello, la Juve è forte e anche la Roma è molto forte. Tifosi? È un piacere quando ti amano così e ti stimano. Io per la maglia dell’Inter do tutto e voglio ringraziarli». Così Mateo Kovacic sulla prossima stagione e sul rapporto con i tifosi.

STANKOVIC – Al termine dell’intervista Kovacic ha parlato anche del ritorno di Dejan Stankovic«Deki è un acquisto molto importante, sono contento che sia tornato a Milano. Con lui si possono imparare tante cose sia in campo che fuori. Anche sul tiro. Con lui parlavo anche quando era a Udine e adesso ogni giorno mi da dei consigli su come migliorare».