Joao Mario trequartista, che intuizione di Pioli – CdS

Articolo di
30 gennaio 2017, 11:09
Joao Mario

Il “Corriere dello Sport” sottolinea la bontà della scelta di Stefano Pioli nello schierare Joao Mario come trequartista. Il portoghese si trova a meraviglia nel ruolo e migliora di partita in partita.

RUOLO CHIARO – Dopo che con de Boer aveva giocato un po’ ovunque, il “Corriere dello Sport” sottolinea che Pioli ha dato chiarezza al ruolo di Joao Mario in questa Inter, schierandolo da trequartista. Così l’ex Sporting si è ritrovato in diretta concorrenza con Banega: un motivo per deprimersi? Al contrario, uno stimolo in più per crescere e raggiungere una nuova dimensione. Già perché Joao Mario non ha sofferto ne meno l’alternanza tra una maglia da titolare e quella di primo cambio. Anzi, ha colto l’opportunità per lavorare sulle sue lacune. A cominciare da una maggiore presenza in area di rigore. Pioli glielo ha chiesto e lui ha risposto con 2 gol consecutivi, con Palermo e Pescara. Addirittura, l’altra sera, contro gli abruzzesi, avrebbe potuto segnare una tripletta nel solo primo tempo.

MOVIMENTI E ASSIST – Del suo bagaglio tecnico, invece, facevano già parte il grande dinamismo e la capacità di svariare, sia a destra sia a sinistra. Con questo movimento, un trequartista riesce a togliere punti di riferimento alla squadra avversaria. E così Brozovic lo ha potuto ringraziare due volte per la sua doppietta con il Ge- noa, Perisic per la punizione che gli ha permesso di firmare il gol della vittoria sull’Udinese, e pure Murillo e Palacio che ne hanno beneficiato con il Bologna, in Coppa Italia. Joao Mario insomma è prezioso anche negli assist.

Facebooktwittergoogle_plusmail