Joao Mario, è notte fonda! Pagato 40 milioni. E Baggio? – GdS

Articolo di
28 dicembre 2017, 12:28

Tra i maggiori responsabili dell’eliminazione dell’Inter in Tim Cup c’è sicuramente Joao Mario. Il portoghese non ha svolto al meglio i compiti di Spalletti divorandosi anche la rete del vantaggio. Ecco l’analisi della “Gazzetta dello Sport”

COMPITO – “L’Inter spedisce Joao Mario a dare una mano a Icardi, nell’ormai classico 4-2-3-1: il portoghese non ha itempi d’inserimento e non ha l’intelligenza tattica di capire quand’è il caso di «abbassarsi» per aiutare i centrocampisti oppure quando si deve «alzare» per muoversi da vera seconda punta”.

ESECUZIONE – “Eppure al numero 10 nerazzurro viene assegnato il ruolo ideale per scardinare la retroguardia del Milan: può costringere, con un semplice movimento in avanti, un difensore rossonero a uscire, e così Icardi sarebbe libero per l’uno-contro-uno. Invece, è notte fonda. Non si dimentichi, a proposito del calcio di ieri e del calcio di oggi, che Joao Mario è stato valutato e pagato 40 milioni di euro: ma Roberto Baggio, Zola o Mancini quanto costerebbero? Trecento o quattrocento milioni, facendo proporzioni al ribasso…”







ALTRE NOTIZIE