Inter, Spalletti non basta – CdS

Articolo di
14 luglio 2017, 14:52
Spalletti

Alberto Polverosi nel suo editoriale sul “Corriere dello Sport” sottolinea come l’Inter abbia bisogno di rafforzare la sua rosa. Luciano Spalletti è un arrivo importante, ma da solo non basta a colmare il gap con le altre.

GAP IN AUMENTO – Nel campionato scorso l’Inter è arrivata settima, dietro al milan, a 29 punti dalla Juventus campione d’Italia. L’obiettivo principale, diremmo indispensabile per la nuova Inter, è annullare la distanza dal milan e accorciare quella dalla Juve e dalle altre grandi della Serie a che hanno finito il campionato nelle posizioni utili per la coppa. In realtà, in questo momento la distanza è aumentata da tutte quante.

SERVE IL MERCATO – L’Inter, che sul mercato preannunciava colpi a ripetizione, è ferma. Il milan ha ribaltato se stesso migliorando in tutti i reparti, la Juve ha ritoccato perfezionando (al netto del caso Bonucci in evoluzione), le altre si stanno assestando. L’Inter ha preso Spalletti e ha fatto passare l’idea che un allenatore del genere fosse non solo garanzia di miglioramento, ma anche capace di rappresentare da solo la differenza con le altre. Non è solo un’idea sbagliata (anche le altre squadre hanno ottimi allenatori), ma è troppo piccola per le ambizioni del club. Spalletti ha bisogno di rinforzi veri.

AMBIENTE – Per ora è alle prese con problemi di uscita, come il caso-Perisic, caso che però ha creato all’interno dello spogliatoio un movimento interessante di appartenenza al gruppo. La posizione di Icardi («se Perisic non vuole stare all’Inter, meglio che se ne vada») è di appoggio al nuovo allenatore. Il quale, in attesa di acquisti veri, può consolarsi con i primi alleati e Icardi è un alleato che pesa nell’Inter