Inter, quando Zanetti con un gol salvò la vita di un polacco: la storia – Goal

Articolo di
6 aprile 2018, 16:21

Javier Zanetti è stato una leggenda non solo per i suoi tifosi ma anche per il finanziere polacco Narek Kopaczen, protagonista di una storia che non finì in tragedia solo grazie all’ex capitano dell’Inter: come riportato da “Goal.com”, l’attuale vice-presidente nerazzurro con una rete in nazionale ai Mondiali del ’98 cambiò il corso della vicenda. Di seguito i dettagli

CORSO DELLA STORIA – “È il 30 giugno del 1998 e a Saint-Etienne si gioca Argentina-Inghilterra, lussuoso ottavo di finale dei Mondiali. Gli inglesi conducono per 2-1 grazie a quell’indimenticabile zingarata palla al piede di un giovanissimo Michael Owen, ma i sudamericani trovano la forza di reagire. E proprio agli sgoccioli del primo tempo pareggiano grazie a Zanetti. Una rete apparentemente come le altre, ma in realtà capace di cambiare il corso della storia di Narek, che si lascia convincere ad assistere anche al secondo tempo e poi ai supplementari “invece di portare a spasso il cane e portare l’auto al parcheggio della Polizia, come facevo tutte le sere alle 22“.

GOAL DELLA SALVEZZA – “Una decisione che, come detto, gli regala una seconda vita. Perché, mentre lui è in casa, la sua auto prende fuoco: Kopaczen è vittima di un attentato da parte di una banda di criminali sulla quale sta indagando, ma si salva proprio grazie alla decisione di rimanere in casa a guardare il resto della partita tra Argentina e Inghilterra. Qualche anno più tardi, Kopaczen ha inviato una lettera di ringraziamento a Zanetti per quel goal letteralmente salvifico”.