Inter, ogni dirigente propone un allenatore diverso – TS

Articolo di
25 ottobre 2016, 11:49
Laurent Blanc

In caso di esonero di Frank de Boer, non sarà mica facile la scelta di un suo possibile successore. Tutte le ramificazioni dell’Inter, da Suning al blocco italiano, hanno in mente nomi e idee differenti per risollevare le sorti dei nerazzurri. Ne parla “Tuttosport”.

TUTTI I NOMI«L’Inter, come giusto che sia, ha smentito che siano stati già contattati altri allenatori (alcuni, da giorni, si sono però offerti…) però sarebbe alquanto strano che dirigenti tanto esperti non abbiano già valutato i profili da mettere al posto di De Boer in caso (alquanto probabile) di esonero. Anche su questo argomento, la dialettica all’interno del club è alquanto vivace. Da una parte ci sono gli uomini legati a Suning che prediligono l’idea di mettere alla guida dell’Inter un allenatore di grande nome. In tal senso in pole position c’è Laurent Blanc che vanta pure un paio di stagioni in nerazzurro da giocatore ed è ancora molto legato all’ambiente. Non si può dire altrettanto di Fabio Capello che però, essendo a spasso, non può non entrare nel novero dei papabili. Nel caso fosse consultato, Massimo Moratti invece consiglierebbe Leonardo, altro gestore di altissimo profilo. Ausilio e Gardini sarebbero invece propensi all’idea di andare sull’usato sicuro, ovvero su un “aggiustatore” (fosse stato sul mercato, Ranieri sarebbe stato l’ideale) in grado di mettere a posto tatticamente la squadra e di far sì che possa raggiungere l’obiettivo terzo posto senza avere pretese (al di là magari di un ricco bonus in caso di approdo in Champions) sul futuro. A questo partito appartengono Reja, Pioli, Guidolin e Mandorlini, tutti allenatori di comprovata affidabilità. Zanetti? Beh, lui da tempo lavora sul sogno di portare Simeone all’Inter o, come alternativa, Marcelo Bielsa, a cui è legatissimo. Soluzioni che però non sono attualmente praticabili».

Facebooktwittergoogle_plusmail