Inter, il problema è l’organico costruito male – CdS

Articolo di
4 dicembre 2016, 10:48
inter vs roma

Sul “Corriere dello Sport” Alberto Polverosi prova ad individuare il vero problema dell’Inter. Secondo il giornalista il nodo sta nell’organico: è stato costruito male come collettivo e ora non c’è una squadra.

SPIEGAZIONI – Ogni partita che passa il problema dell’Inter sale di livello. All’inizio si parlava di condizione fisica e delle qualità dei singoli, poi del concetto di squadra e delle difficoltà del tecnico a trasmettere le sue idee. Da luglio si sono cambiati tre allenatori eppure il problema è rimasto e sembra pure aggravarsi. Bisogna quindi cambiare ancora spiegazione: il problema dell’Inter non è la squadra, ma l’organico.

SOLO SINGOLI – L’organico è stato costruito male come collettivo. Non individualmente, e molti osservatori hanno sbagliato a valutarlo. L’Inter ha tanti buoni giocatori che non riescono a trovare fra loro una sinergia, un’intesa, un legame. In tanti sono incompatibili tra loro. Ci sono troppi singoli individualisti, ecco perché uno come Medel diventa indispensabile: il cileno è uno dei pochi con la visione di squadra.

MERCATO POCO UTILE – L’Inter in 20 partite ufficiali ha cambiato tutto. Sono rimasti fissi solo Handanovic e Icardi. Nei restanti 80 metri non c’è mai stata sintonia. Chi ha costruito la squadra ha messo un pezzo sopra l’altro, non uno di fianco all’altro. Può sembrare un paradosso, ma è come se tutti i soldi messi da Suning per il mercato avessero alleggerito le responsabilità di chi sceglieva i singoli. Sono arrivati giocatori di livello, ma nessuno si è preoccupato di capire cosa servisse all’Inter.