Inter, il problema è che mancano i gol – CdS

Articolo di
21 aprile 2017, 09:54
Allenamento Inter

Il “Corriere dello Sport” scrive che analizzando i dati il vero problema dell’Inter è nella concretezza offensiva. I nerazzurri producono tanto, ma non riescono a realizzare in proporzione.

MANCANO GOL – L’Inter è attualmente a 16 punti dal secondo posto della Roma e a 14 dal terzo del Napoli, distacchi abissali che si sono allargati negli ultimi 360′, ma che comunque anche in precedenza erano significativi. Rispetto agli uomini di Sarri la differenza non è tanto nei gol subiti (gli azzurri ne hanno incassati 33, i nerazzurri 37) quanto in quelli segnati: Pioli è a quota 59, Sarri a 75 ovvero 0,5 in più a gara. Leggendo solo questa statistica si po- trebbe pensare che il Napoli crei molto di più rispetto all’Inter in termini di occasioni da rete e invece guardando i numeri non è così. Anzi… In Serie A la squadra che finora ha costruito più occasioni è la Roma con 431 in 32 incontri; alle spalle dei giallorossi c’è l’Inter con 428 e poi il Napoli con 418. La Juventus, lanciata verso il sesto scudetto di fila, in questa speciale classifica è solo settima a pari merito con il Torino (354).

TANTI TIRI – Per capire ancora meglio il “Corriere dello Sport” presenta anche il dato dei tiri complessivi: pure qui domina la Roma (559) che ha alle sue spalle, a pari merito (552), l’Inter e il Napoli. La Juve è settima con 476 conclusioni.

POCA PRECISIONE – Il problema è che Pioli non è riuscito a dare concretezza a una squadra che anche nelle prime giornate con de Boer sottoporta lamentava grosse lacune e una scasa attitudine ad essere incisiva. I nerazzurri sono lontani dalla vetta per quel che riguarda i tiri nello specchio e con 181 conclusioni… a bersaglio occupano il quinto posto alle spalle di Napoli (220), Roma (188), Fiorentina (186) e Juventus (184). Ancora più impietoso il dato della percentuale realizzativa: quella nerazzurra è pari al 13,74% ed è inferiore al Napoli (17,44%), Juventus (16,84%), Cagliari (16,73%), Torino (16,67%), Roma (15,98%), Sassuolo (15,67%), Milan (15,03%), Udinese (15,19%), Atalanta (14,89%) e Lazio (14,59%). Ciò fa capire perché molte volte non è riuscita a chiudere il match o perché non ha rimontato a dispetto delle occasioni create.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail