Inter e Milan, 5 milioni di rifiuti: la multa è salatissima

Articolo di
3 dicembre 2015, 12:39
san siro

Lo riporta quest’oggi il “Corriere della Sera”, Inter e Milan dovranno pagare una multa piuttosto pesante per non aver rispettato il pagamento della tassa sui rifiuti per quanto concerne l’impianto del Giuseppe Meazza, in San Siro. Quasi impossibile venir meno all’impegno economico.

ALTRO CHE FPF… – Ecco quanto si può apprendere dalle pagine del quotidiano milanese: “La società M-I Stadio (50% Inter 50% Milan) che gestisce il Meazza è finita nel mirino del Comune per non aver pagato la Tarsu (o non averlo fatto correttamente) per gli anni 2000-2004. Si è dunque vista recapitare da Equitalia cartelle esattoriali per 2,83 milioni che sta pagando in 72 rate. Contestualmente ha avviato un contenzioso tributario contro la stessa Equitalia e nei confronti di Palazzo Marino convinta di risolverlo a suo favore. Invece è andata sbattere contro l’inflessibile Commissione provinciale. Il risultato pratico è che ora la joint venture Inter-Milan, presieduta da Roberto Ruozi, ha dovuto accantonare in bilancio 1,5 milioni in un apposito «Fondo rischi”.

“Intanto però restano in bilico altri sei avvisi di accertamento per ulteriori 1,9 milioni sulla tassa dei rifiuti solidi urbani del periodo 2007-2012 (epoca pre-Thohir). In questo caso la Commissione tributaria, dopo gli ennesimi ricorsi di Inter e Milan, da una parte ha annullato gli atti relativi all’applicazione delle sanzioni ma ha confermato gli accertamenti. E i due club si sono rivolti, di nuovo, alla commissione regionale.”