Inter, contro la Juventus tornano ben sei titolari – TS

Articolo di
17 settembre 2016, 11:25
Miranda

L’Inter arriva ad una possibile svolta della stagione, soprattutto per Frank de Boer. La gara contro la Juventus non potrà essere uguale a quella contro l’Hapoel Be’er Sheva e serviranno in campo i leader. Ecco il racconto che si legge stamattina su “Tuttosport”.

FORMAZIONE TIPO«Miranda e Santon in difesa, Joao Mario a centrocampo più Candreva, Banega e Icardi in attacco. Frank De Boer riparte da questi sei giocatori, tenuti a riposo oppure utilizzati part-time nella notte delle streghe contro il Beer Sheva. Questo per far capire come domani sera – quando ci sarà pure uno stadio intero a spingere l’Inter – scenderà in campo una squadra profondamente diversa da quella vista in Europa League. L’obiettivo del tecnico olandese è ripartire da quanto di buono fatto a Pescara, nella speranza che il rendimento dell’Inter riesca a superare i venti minuti in cui allo stadio Adriatico il buon Frank si è detto soddisfatto della sua creatura. A proposito: stasera tutti in ritiro dopo l’allenamento fissato per metà pomeriggio, ma la decisione De Boer – che ieri, tra le altre cose, ha visionato il 3-0 di Coppa Italia alla Juve – l’aveva presa prima della disfatta con l’Hapoel. L’asso nella manica per tentare di mandare in tilt la difesa juventina – come dimostra il precedente di Coppa – può essere Perisic magari anche in corso d’opera (al momento è favorito Eder per partire titolare): l’affaticamento muscolare che ha depennato il suo nome dai convocati nella gara di giovedì è sembrato ai più un infortunio “strategico” come certi stiramentini di Sneijder nella stagione del Triplete. Nella speranza che, oltre a Icardi, qualche altro nerazzurro possa entrare nella classifica marcatori, il tutto anche se Maurito ha come sua vittima preferita proprio la Juve a cui ha già segnato 6 gol in campionato, equamente divisi tra Sampdoria e Inter.

Ansaldi

DI NUOVO ANSALDI – Tra i convocati tornerà pure Cristian Ansaldi, la cui assenza ha aperto una voragine sulle corsie esterne in questa prima parte di stagione. L’ex genoano – a meno di sorprese – partirà dalla panchina ma può finalmente dirsi recuperato. L’unico giocatore in bacino di carenaggio resta Andreolli che però potrà tornare a disposizione già dopo la sosta di ottobre».

Facebooktwittergoogle_plusmail