Inter- CL, così può non bastare: Lazio e Roma gli esempi – TS

Articolo di
10 gennaio 2017, 11:46
Ivan Perišić Udinese-Inter

L’Inter di Stefano Pioli ha chiuso il girone d’andata a 33 punti. I nerazzurri dovranno quindi alzare il ritmo per poter tornare in Champions League. Ecco la situazione e gli esempi da seguire secondo quanto riportato da “Tuttosport”

ESEMPIO LAZIO – “Stefano Pioli sa come si fa. La rimonta Champions gli è già riuscita ai tempi della Lazio (stagione 2014/15 con 69 punti, dopo i 31 conquistati al giro di boa) e la svolta arrivò con le otto vittorie consecutive centrate prima di andare a sbattere contro la Juventus. L’analogia con l’Inter è clamorosa, considerato che finora Pioli ha centrato 4 vittorie e ha la possibilità di fare tris con Chievo, Palermo (in trasferta) e Pescara, prima di presentarsi allo Stadium”.

MARCIA INTER – “Finora l’Inter ha tenuto una marcia che rende la Champions un progetto concreto e non più un’utopia: Pioli ha raccolto 16 punti in 7 giornate, vale a dire 2,28 di media e la proiezione arriva a 76 punti finali. Bottino che non dà tranquillità perché questo campionato viaggia all’insegna degli squilibri e con tre squadre già con un piede in B il rischio è che si crei una pancia di club senza più motivazioni”.

ESEMPIO ROMA – “Per questo l’Inter deve pensare di alzare ulteriormente l’asticella e puntare ad arrivare agli 80 punti conquistati dalla Roma un campionato fa con Luciano Spalletti dopo aver virato a 34, uno in più dei nerazzurri oggi”.