Inter, cinque giorni a de Boer (forse). Ruolo per Bergomi?

Articolo di
25 ottobre 2016, 23:20
de Boer

Il sito di “Sport Mediaset” aggiorna sulla traballante panchina dell’Inter e sul rischio esonero per Frank de Boer. La partita di domani contro il Torino potrebbe non essere decisiva ma i prossimi giorni lo saranno senza alcun dubbio. Da non escludere un ingresso in società di Beppe Bergomi, anche se non come allenatore.

DENTRO O FUORI – “Una vittoria contro il Torino potrebbe non bastare. E neanche la strenua difesa di Frank de Boer stesso. Con l’arrivo della dirigenza Suning e di Erick Thohir l’aria di cambiamento sulla panchina dell’Inter potrebbe diventando un uragano. Di nomi e, probabilmente, di fatti. Perché se è vero che l’olandese ha ribadito di aver bisogno di tempo, la situazione verrà impugnata dalla dirigenza e valutata al di là del risultato nel turno infrasettimanale. Thohir assisterà sicuramente al match di San Siro contro il Torino. Con lui dovrebbe esserci anche il patron, Zhang Jindong. Di sicuro lo snodo cruciale di tutta la questione verrà discusso venerdì, durante l’assemblea dei soci. E lì verrà presa una decisione, che potrebbe essere ratificata addirittura lunedì. In questo caso de Boer resterebbe in sella comunque anche domenica con la Sampdoria a Genova”.

SOSTITUTI – “Nel vortice di nomi sono finiti tantissimi allenatori, in pratica tutti quelli svincolati. L’ultimo, che si è aggiunto alla lista, è quello di Walter Zenga, esonerato dal Wolverhampton. Le piste si suddividono sempre tra i cosiddetti traghettatori (Stefano Pioli e Andrea Mandorlini per esempio), possibili sorprese (Marco Silva, portoghese, ora però candidato proprio a succedere a Zenga in Championship) o nomi più pesanti (Laurent Blanc, Marcelo Bielsa, Gerardo Martino, mentre Fabio Capello si è sempre defilato). In tutto questo bailamme, va registrata l’indiscrezione secondo la quale la dirigenza Suning stia pensando a un uomo che faccia da raccordo tra squadra e società. Un interista. De Boer, come ha spiegato Piero Ausilio nei giorni scorsi, non ne aveva sentito la necessità: era così sfumato il rientro nello staff di Beppe Baresi. Il nome che circola ora, invece, è quello di Beppe Bergomi. Svolgerebbe un ruolo simile a quello che fu di Gabriele Oriali, o che ricopre Nedvěd alla Juventus. Ma è presto e, come detto, si tratta per ora solo di un’idea. Prima c’è il Torino, poi un’assemblea, poi un’altra partita. De Boer resta in sella, almeno per ora”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.