Icardi, è rottura con società e tifosi – CdS

Articolo di
17 ottobre 2016, 10:28
Icardi Chievo-Inter

Il “Corriere dello Sport” spiega la complessa situazione di Mauro Icardi. Per colpa di certi passaggi del suo libro l’argentino ora si trova in mezzo a una lotta coi tifosi e in piena frizione con la società, che deve valutare il da farsi.

FRATTURA – Tutto è nato da un passo della sua autobiografia. Icardi in un capito del libro ricostruisce gli avvenimenti post Sassuolo-Inter, in cui insieme a Guarin ha avuto un diverbio coi tifosi. E’ vero che viene anche precisato che si trattava di «frasi esagerate», ma, oltre alla curva, anche la società nerazzurra ne è rimasta profondamente irritata: l’argentino se lo poteva risparmiare. La dirigenza, come del resto la curva, contesterà all’attaccante pure la veridicità della sua ricostruzione del dopo Sassuolo-Inter, che nel fatto specifico (il litigio con i tifosi al termine della gara) non corrisponderebbe a quanto riportato dalla Digos. E sostanziali divergenze ci sarebbero anche rispetto ad un altro passaggio («Nello spogliatoio, vengo acclamato come un idolo»), stando al racconto di altri presenti.

LA SITUAZIONE COI TIFOSI – La frattura coi tifosi più caldi, che contestano a Icardi le frasi minacciose a sproposito e la ricostruizione, è eplosa con striscioni e cori inequivocabili. Resta da capire cosa si potrà recuperare di questa situazione. Dagli ultras non trapelano margini per ricucire. Al massimo si potrà arrivare ad una tregua armata, a condizione però che nelle nuove stampe dell’autobiografia scompaia il capitolo su Sassuolo-Inter.

E CON LA SOCIETA’ – Le frizioni con la società sono serie: la multa è certa, ma è la fascia di capitano ad essere in bilico. Tanto più che Icardi viene pure da un’estate particolare, nella quale la gestione del rinnovo di contratto, con i ripetuti incontri pubblici con il Napoli per tentare di forzare la mano al club, è stata giudicata non consona al suo ruolo di capitano. Il club nerazzurro sostiene che l’autobiografia rientri nel privato di un calciatore e che non sia possibile intervenire a priori, ma i dirigenti si sarebbero aspettati maggiore attenzione, sotto forma di una lettura preventiva, da parte di Icardi e del suo entourage.

IL SUO ENTOURAGE – Il clan di Maurito non ha gradito le prese di posizione di Ausilio e Zanetti. Si aspettava appoggio da parte del club prima del fischio d’inizio, invece di annunciare provvedimenti, rinviando ogni decisione all’indomani. Insomma, posizioni completamente diverse che, a questo punto, possono portare a qualsiasi evoluzione, tenuto conto dello sconcerto di Thohir e di Suning per l’accaduto.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.