Icardi: continua il momento negativo e quei paragoni…

Articolo di
7 dicembre 2015, 08:11
mancini

Non è certamente un periodo positivo per il capitano dell’Inter Mauro Icardi. L’attaccante argentino non ha giocato contro il Genoa e dopo la partita è stato derubato in centro a Milano del suo orologio da 40mila euro. La “Gazzetta dello Sport” ha analizzato il momento no del numero 9 nerazzurro

STATISTICHE – Quattro reti in quindici giornate sono decisamente poche per il capocannoniere in carica della Serie A Mauro Icardi. “Solo in 3 occasioni nella storia il miglior marcatore interista ne aveva segnati meno. L’ultimo fu Milito nel 2011-12 (3, alla fine arrivò a 24); prima Sukur, Recoba e Di Biagio nel 2000-01 con 3 e nel 1991-92 Desideri ancora con 3″.

PARAGONI – L’ultima giornata non ha aiutato affatto Icardi. Mattia Destro, Nikola Kalinic e Gonzalo Higuain nell’ultimo turno oltre a segnare hanno aiutato la squadra. Questo è quello che Roberto Mancini chiede al suo attaccante. Nel finale della scorsa stagione Icardi aveva convinto il suo allenatore, in questo avvio di campionato però c’è stato un passo indietro e il capitano nerazzurro ora ha un solo obiettivo: “Uscire dall’area per diventare più pericoloso dentro. Sembra un paradosso. Invece sarebbe la strada giusta per diventare un attaccante moderno”.