Icardi bestia nera della Juve: 7 gol contro i bianconeri – CdS

Articolo di
7 dicembre 2017, 11:29
Mauro Icardi derby Inter-Milan

Il “Corriere dello Sport” ricorda che Mauro Icardi ha un feeling particolare con la Juventus, tanto da essere la sua bestia nera: il capitano nerazzurro è a sette reti contro i bianconeri.

BESTIA NERA – Se c’è una bestia nera per la la Juventus, quella ha il nome di Icardi. Nelle 10 occasioni in cui l’ha affrontata, infatti, le ha segnato ben 7 gol. E’ vero che il bilancio, alla fine, non è vincente, visto che le sconfitte (4) sono maggiori dei successi (3), ma in campionato lo score è in pareggio e, comunque, Maurito resta un bello spauracchio. Peraltro, l’argentino si è fatto conoscere proprio con una doppietta rifilata alla Signora. Era il 6 gennaio 2013, doveva ancora compiere 20 anni e giocava ancora nella Sampdoria. Ebbene, prima volta contro i bianconeri e subito doppietta per un clamoroso 2-1 allo Stadium, che ha fatto capire che tipo di attaccante stava sbocciando. Peraltro con bis al ri- torno a Genova, per un’altra vittoria sui bianconeri.

EXPLOIT 2016 – Se in blucerchiato, Icardi ha avuto un percorso netto, in nerazzurro, invece, l’exploit con la Juve è stato unico, ma comunque da ricordare. Quella del 18 settembre 2016, infatti, insieme all’ultimo derby in cui ha firmato un tripletta, è stata probabilmente la miglior prestazione in assoluto del Maurito interista. Che non segnò soltanto il gol del pareggio e non offrì solo l’assist a Perisic per la rete della vittoria, ma giocò soprattutto da uomo squadra, aiutando i compagni e dando la carica per la rimonta quando la Juventus era passata in vantaggio.

DIFESA IN ALLERTA – Icardi sarà l’osservato speciale della difesa bianconera. Per la verità, chi lo ha sofferto di più in passato è stato Bonucci, che se n’è andato al Milan e, giusto per confermare la tradizione, si è preso 3 gol da Icardi nel derby. Ma il capitano nerazzurro sta viaggiano a medie tali che nessuna retroguardia può sentirsi al sicuro: 16 gol in 15 giornate sono un bottino clamoroso. Ma lo sarebbero ancora di più se Maurito aggiungesse un’altra prodezza delle sue alla Signora.