Icardi a segno con tutti gli allenatori, tranne uno… – CdS

Articolo di
23 dicembre 2016, 11:30
Icardi Ansaldi Suning

Mauro Icardi, capocannoniere dell’attuale Serie A, non ha mai smesso da segnare. Lo ha fatto con tutti gli allenatori che lo hanno allenato, dalla Sampdoria all’Inter. Tutti lo stimano, tranne un uomo. Ecco cosa racconta il “Corriere dello Sport”.

A SEGNO CON TUTTI – «Un bomber per tutti gli allenatori. Icardi, infatti, ha segnato per chiunque l’abbia guidato dalla panchina. Ha cominciato con Ferrara e Rossi alla Sampdoria, per poi proseguire, in maglia nerazzurra, con Mazzarri, Mancini, de Boer, Vecchi e Pioli. Tutti, nessuno escluso, hanno beneficiato dei suoi gol. Magari con qualcuno il rapporto non è stato proprio idilliaco, basti ricordare le critiche più o meno dirette di Mancini, che pretendeva da lui più partecipazione alla manovra. Alla fine, però, i numeri che contano per un attaccante sono quelli delle reti e Maurito ne può vantare di indiscutibili: 71 centri in 140 presenze in serie A, addirittura 68 in 128 apparizioni con i colori dell’Inter. Per la verità, qualcuno che non apprezza Icardi esiste davvero. Si tratta del ct dell’Argentina Bauza, che prosegue la linea del suo predecessore Martino. Così, ancora una volta, dall’altra parte dell’Atlantico, ai microfoni di La Oral Deportiva, ha fatto sapere che: “Il centravanti titolare della Seleccion è Higuain e, dietro di lui, c’è Pratto. Icardi sarà convocato se succede qualcosa a qualcuno di questi due perché lui è il terzo in gerarchia“».