I casi che preoccupano l’Inter: Mancini e Icardi – Sky

Articolo di
25 luglio 2016, 16:43
Icardi Mancini

In queste ore in casa Inter si discute di due argomenti, non legati fra loro: il futuro di Mauro Icardi, deciso a ottenere un aumento e in trattativa con il Napoli e quello di Roberto Mancini, insoddisfatto del mercato. Andrea Paventi ha provato ad analizzare queste vicende

ICARDI – Ospite negli studi di Sky Sport 24, il giornalista esperto di vicende interiste ha ricordato le recenti parole di Piero Ausilio, il quale avrebbe ribadito l’incedibilità di Icardi. Il giocatore ha giurato amore eterno ai nerazzurri, ma il suo agente procuratore e moglie sembra smentirlo, continuando a incontrare altre società per capire fin dove si possano spingere a livello economico. Ma Ausilio ha ricordato che non esiste clausola e se il Napoli volesse Icardi dovrà parlare con l’Inter. Per ora l’Inter ha rifiutato la prima offerta pervenuta dalla società di De Laurentiis, ma è necessario comprendere fino a dove Napoli si possa spingere, perché se arrivasse a una cifra importante non è detto che i nerazzurri non vacillino. All’Inter non è piaciuto però il comportamento tenuto dall’entourage dell’attaccante, in primo luogo per la volontà di creare una base d’asta per ottenere un aumento e, in secondo luogo, per la gestione della trattativa quasi interamente mediatica.

MANCINI – Interrogato su Mancini, Paventi ha assicurato che la questione Icardi non sarebbe collegata al malumore del tecnico. I motivi che avrebbero portato Mancini a riflettere e sentirsi lontano dal mondo nerazzurro sarebbero altri. L’allenatore non vedrebbe le prospettive per rinforzarsi a livello delle squadre arrivate davanti oltre al fatto che, in società, vari dirigenti avrebbero contratti in scadenza, lui per primo e ancora non sarebbero avvenuti gli incontri per un eventuale rinnovo. Sarà fondamentale il manager meeting previsto nei prossimi giorni, ma entrambe le parti dovranno effettuare un passo indietro se vorranno proseguire il cammino insieme.