Guarin: “Bisogna avere pazienza. L’obiettivo è quello di..”

Articolo di
23 dicembre 2014, 11:02
Guarin

Fredy Guarin ha rilasciato un’intervista a BeIn Sport, parlando del cambio di allenatore e facendo anche un bilancio di questa sua esperienza nerazzurra, nonché del prossimo Pallone d’Oro.

Su mister Mancini: “E’ cambiato l’allenatore, è arrivato Mancini e credo sia stato molto importante per noi. Tutti lo conosciamo come allenatore, c’è un rinnovato entusiasmo in tutti quanti. E’ un allenatore a cui piace attaccare, vuole che la squadra sia sempre alta e che giochi in avanti, difendendo sempre alta, restando sempre corta. E’ una persona allegra, molto positiva, ti dà tanta fiducia, è stato un grande campione ed è un grande tecnico. Tutti conosciamo il suo passato all’Inter, è stato molto positivo, conosce molto bene l’ambiente, conosce i giocatori, credo che per lui l’Inter sia come una famiglia“.

Rinnovo e cambi in società: “Gli ultimi anni sono stati difficili, sono stati un po’ particolari per quello che è l’Inter. E’ cambiata la società, sono cambiati gli allenatori, sono cambiati quasi tutti i giocatori. Queste sono le difficoltà che abbiamo incontrato da quando sono all’Inter. Ma ora le cose si possono sistemare, bisogna avere pazienza con i giocatori, con la società perché tutti abbiamo un unico obiettivo: far tornare l’Inter ad essere una squadra importante, un’Inter campione e un’Inter da Champions. Ci sono giocatori importanti, uno staff tecnico importante, la società vuole migliorare la squadra. Ora è importante spingerci gli uni con gli altri e avere pazienza quando le cose non vanno. Gli elementi ci sono e tutti hanno la stessa voglia

Sul prossimo Pallone d’Oro: “Se fosse per me lo darei a James Rodriguez, però tra i tre [candidati] dico Cristiano Ronaldo“.