Grassia: “Inter, due allarmi. D’Ambrosio difende malissimo”

Articolo di
21 settembre 2017, 01:05
Filippo Grassia

Il giornalista Filippo Grassia è intervenuto a “Radio Sportiva” e si è soffermato sul pareggio dell’Inter a Bologna, evidenziando alcune problematiche mostrate nell’1-1 di martedì sera al Dall’Ara. Sui singoli giudizio negativo nei confronti di Danilo D’Ambrosio.

LIMITI EVIDENTI«Credo che Luciano Spalletti abbia ben presente la situazione dell’Inter e che poi in conferenza stampa cerchi di mediare in qualche maniera la realtà. L’Inter ha cominciato benissimo, quattro vittorie e un pareggio, però nelle ultime due trasferte contro squadre che dovevano essere nettamente alla portata ha corso dei seri rischi, perché a Crotone Samir Handanović ha fatto due interventi strepitosi su Aleksandăr Tonev e soprattutto Marcus Rohdén, e a Bologna nel primo tempo ha ballato la rumba e anche forse altro, solo per gli errori di mira di Simone Verdi o un paio di grandi interventi di Handanović hanno impedito all’Inter di chiudere il primo tempo con due reti di svantaggio. Al di là del pareggio arrivato su rigore commesso scioccamente da Ibrahima Mbaye, che non aveva alcuna necessità di ostacolare Éder Citadin Martins, l’Inter quando si è resa pericolosa? Da questi ultimi due turni credo siano venuti fuori dei campanelli d’allarme che Spalletti deve prendere in esame, il centrocampo resta ben assortito perché manca un vero incontrista e c’è da risolvere la questione Danilo D’Ambrosio, che spinge bene ma difende malissimo. Io sono assolutamente contrario a questo tipo di modulo, perché rischia la squadra di rimanere in inferiorità numerica in mezzo al campo».