Gnoukouri: “Ringrazio tutti ma la mia vita non è cambiata”

Articolo di
27 aprile 2015, 07:42
gnoukouri

Assane Gnoukouri vive con la giusta leggerezza il particolare momento di grazia che sta vivendo all’Inter. L’intero Meazza ad applaudirlo quando è uscito dal campo e un’ora di interviste post gara. Matteo Brega, inviato della “Gazzetta dello Sport”, racconta la serata del giocatore:

ZONA MISTA – Al termine della gara Gnoukouri è stato portato in “zona mista” dove quotidiani, siti e televisioni lo hanno bloccato per circa un’ora: lui, senza fare una piega, ha resistito. Capisce bene l’italiano ma preferisce esprimersi in francese per poter essere più chiaro. Passano Juan Jesus e Guarin e gli danno pacche sulla schiena e complimenti, l’inserimento sembra essere completo.

IVORIANI – Poi arrivano Gervinho e Doumbia e lui si apparta per qualche minuto scambiandosi il numero di cellulare oltre a ricevere i complimenti dei suoi illustri connazionali.

TOURE‘ – Potrebbero forse giocare insieme, Gnoukouri e Tourè nell’Inter della prossima stagione. Tourè, un simbolo per l’Africa intera, insieme ad Assane: il massimo per il giovane ivoriano che ha come mito ispiratore Andres Iniesta.

UDINE – A Udine, nell’anticipo di martedì, si giocherà un posto da titolare con Brozovic: «Mancini mi da consigli importanti, ogni posizione in cui gioco per me va bene. La fiducia mi viene dal mister che mi parla spesso e non è mai duro con noi. La mia vita non è ancora cambiata», conclude Gnoukouri.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail