Giulini a Di Marzio: “Podolski, sempre meglio e in futuro…”

Articolo di
29 aprile 2015, 15:43
Podolski

Pochi giorni fa Roberto Mancini ha rivelato che Lukas Podolski a giugno tornerà all’Arsenal. Fino a quel momento, la sua esperienza in nerazzurro era risultata piuttosto deludente, con zero gol all’attivo. Ma la brillantezza mostrata nelle ultime due partite potrebbe rimescolare le carte e, a fine stagione, non è detto che il tedesco saluti l’Inter.

IMPORTANTE NELLA CORSA EL – Il sito di Gianluca Di Marzio ha intervistato Nicola Giulini, l’intermediario che ha seguito la trattativa tra l’Arsenal e l’Inter, favorendo l’arrivo di Podolski a Milano. L’agente commenta soddisfatto il rendimento dell’attaccante tedesco, sottolineando l’importanza che potrebbe avere, per i nerazzurri, nella corsa verso un piazzamento in Europa League:
Il gol era nell’aria, perché anche a Roma era stato decisivo. Era andato vicino tante volte al gol e, soprattutto, si è sempre allenato bene senza mai perdere fiducia nei suoi mezzi. Prima è arrivato l’assist per Icardi contro la Roma e ieri l’eurogol contro l’Udinese. Con questi 4 punti l’inter si è rilanciata nella corsa all’Europa.”

ESEMPIO DI PROFESSIONALITA’ – Giulini spiega che, sebbene l’ambientamento sia stato più lungo del previsto, Podolski non si è mai abbattuto, continuando ad allenarsi e rivelandosi un professionista esemplare:
Se continua così diventa l’acquisto più indovinato del mercato di gennaio. Deve dare continuità alle sue giocate. Se oggi la Fiorentina perde conto la Juventus, l’Inter va ad un punto dalla zona Europa League. Le sue due ultime prestazioni parlano da sole. Se non fosse entrato lui, l’Inter avrebbe 4 punti in meno. Ecco perché penso che troverà sempre più spazio da qui a fine stagione. Si è sempre allenato al 200% per ritagliarsi un posto in squadra. Un vero esempio di campione sportivo dalla testa ai piedi.

PRIMA L’EL E POI IL FUTURO – Sul futuro Nicola Giulini non si sbilancia, pur lasciando intendere che un suo ritorno in Inghilterra non paia più così sicuro come qualche giorno fa:
Mi aspetto che dia un grosso contributo all’Inter per l’Europa League. Poi si metteranno attorno a un tavolo per decidere il da farsi. Sono stato solo l’intermediario della trattativa, quindi non so molto del suo futuro, ma di sicuro continuare a far bene servirà sia a lui stesso che all’Inter per ottenere un posto in Europa. Poi si vedrà quali scelte prenderanno.”