GdS: Mancini è deluso, ma terrebbe Shaqiri

Articolo di
23 luglio 2015, 10:39
Shaqiri

La “Gazzetta dello Sport” prova a ricostruire le cause che hanno portato all’ormai imminente cessione di Shaqiri. Mancini non avrebbe visto in lui quella scintilla che si aspettava, ma se non fosse per esigenze di bilancio lo avrebbe tenuto cercado di farlo rendere al meglio.

MANCINI DELUSO – Cosa c’è dietro alla volontà di cedere Xherdan Shaqiri, arrivato appena sei mesi fa come simbolo del nuovo corso manciniano? Prova a rispondere la “Gazzetta dello Sport”, secondo cui la verità è che Mancini è rimasto un po’ deluso da Shaqiri perchè non ha mai visto accendersi la scintilla, quel qualcosa in più di speciale che si aspettava.

QUESTIONE ECONOMICA – Non basta questo a giustificare la cessione, chiaramente. Nel 4-3-3 Mancini vede Perisic più funzionale dello svizzero, ma se potesse il tecnico terrebbe entrambi. La vera discriminante della questione Shaqiri è quindi economica. Lo svizzero è l’unico per cui siano arrivate proposte ricevibili, e sostituire un pagamento immediato con un pagherò a un anno porta ossigeno al bilancio.

PRIMO SACRIFICATO – Shaqiri quindi è il sacrificato, anche a causa della situazione particolare di Kovacic. Il numero 10 è più giovane e dopo il caso Coutinho l’Inter non può permettersi a livello di immagine di venderlo a meno di trenta milioni. Per finanziare le entrate comunque Shaqiri sarà solo il primo.

Facebooktwittergoogle_plusmail