GdS: buona prova di Kovacic che resta un rebus tattico

Articolo di
28 luglio 2015, 07:28
Kovacic

Luca Taidelli, inviato della “Gazzetta dello Sport”, ha analizzato la prova di Mateo Kovacic durante la gara contro il Real Madrid. Ottima prova del giovane croato nella nuova posizione di regista. Resta però sempre il rebus legato alla sua collocazione definitiva

REGISTA – La posizione di Kovacic in cabina di regia poteva rappresentare delle insidie notevoli contro il Real Madrid. Invece il croato se l’è cavata benissimo contro gli spagnoli. Tanti tackle, senso della posizione senza rinunciare a verticalizzazioni e accelerazioni, dice Taidelli.

REBUS – A questo punto una domanda da fare a Mancini è legittima: che senso ha puntare su Felipe Melo e sul rientrante Medel se si vuole impostare Kovacic come regista? Il rischio, a furia di dire che può giocare in qualsiasi ruolo, è quello di non esplodere in nessuna posizione del campo. Mancini cerca decisamente un leader che trascini i compagni nei momenti di difficoltà e non a caso desiderava Tourè. Forse Miranda potrà servire anche a questo vista la sua esperienza internazionale. Sicuramente Kovacic sconta ancora alcuni peccati di gioventù, conclude Taidelli.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail